Un denim amico dell'ambiente

05/11/2019

Il processo tradizionale di tintura all'indaco del cotone denim richiede sei o piu' passaggi in diversi bagni di tintura, con risciacqui intermedi e conseguente uso di notevoli quantita' di acqua, che deve poi essere depurata.
Inoltre, e' necessario usare sostanze chimiche, come l'idrosolfito sodico e l'idrossido di sodio.
E' oggi disponibile un nuovo processo, chiamato IndigoZero, sviluppato dall'Istituto di Ricerca sulle Fibre e i Biopolimeri della Texas Tech University, e commercializzato dall'Indigo Mill Design (Usa), che promette di ridurre del 90 percento l'uso di acqua per i risciacqui, eliminando totalmente l'idrosolfito e la soda.
Il nuovo processo utilizza tensioattivi per produrre una schiuma, nella quale viene concentrato il colorante; la schiuma viene posta in contatto con la fibra in ambiente privo di ossigeno, e successivamente il colore viene sviluppato in una camera di ossidazione.
I principali produttori di blue-jeans, come Wrangler e Lee, hanno investito molto in questa tecnologia, che dovrebbe dare notevoli vantaggi sia ambientali che economici.

 

 

 

Aziende in Evidenza