Stella McCartney solidale alla MacArthur Foundation

04/12/2017

Un dossier della Ellen MacArthur Foundation sugli sprechi dell'industria dell'abbigliamento ha evidenziato un enorme dispendio di materie prime e risorse economiche, a causa degli abiti usa e getta che vengono indossati pochissimo e che finiscono in spazzatura senza poter essere riciclati. Si stima che ogni secondo finisca nella spazzatura l'equivalente di un intero camion di tessuti, dato che ha scioccato numerosi nomi dell'alta moda tra i quali quello di Stella McCartney, già nota attivista che ha lanciato un appello al fine di concepire abiti diversi, che durino di più e che siano più facilmente riciclabili. La famosa stilista britannica invita a una rivoluzione nella concezione del prodotto di abbigliamento che deve essere migliore nella sua qualità e che deve avere caratteristiche ecosostenibili. La fondazione MacArthur sottolinea che se non ci saranno cambiamenti entro il 2050 l'industria della moda sarà responsabile dell'utilizzo di circa un quarto dell'intero budget mondiale di carbonio. Oltre che essere fonte di sprechi, inoltre, questo settore è inquinante: gli abiti rilasciano ogni anno mezzo milione di tonnellate di microfibre negli oceani. Una quantità pari a oltre 50 miliardi di bottiglie di plastica.

 

 

Aziende in Evidenza