Firenze: inaugurato l'Istituto dei Mestieri d'Eccellenza del gruppo LVMH

28/11/2017

Il gruppo Louis Vuitton Moet Hennessy ha inaugurato l'Istituto dei Mestieri d'Eccellenza (IME) a Firenze, nella sede di Palazzo Pucci, dove alcuni mesi fa si trovava lo studio stilistico della maison, trasferitosi a Milano. Questo progetto educativo di grande valore prevedere un corso di formazione gratuito per tramandare alle giovani generazioni quel saper fare che è l'orgoglio d'Italia e di Firenze in particolare.
Quattrodici ragazzi infatti, dodici femmine e due maschi, dopo una attenta selezione sono i protagonisti del primo corso di pelletteria dell'IME gemellato con il Polimoda, che si articola in 450 ore di lezioni didattiche tra il polo della scuola a Scandicci e la sede in via Curtatone e 350 ore di pratica in atelier accanto ai maestri artigiani che tramandano incredibili saperi nelle sedi dei marchi del gruppo LVMH di Bernard Arnault e che hanno la produzione d'ecellenza nella cintura intorno a Firenze, presso le manifatture di Fendi, Celine, Christian Dior, Loro Piana e Louis Vuitton.
“L'Italia è la seconda patria di Louis Vuitton - spiegaAntonio Belloni, direttore generale del Gruppo Lvmh - e tutte le nostre 70 maison tengono alla formazione dei giovani. Il ruolo italiano nel tessuto produttivo è fondamentale come quello della pelletteria nell'hinterland di Firenze perchè una borsa fatta qui è diversa da tutte le altre al mondo. Vogliamo recuperare l'importanza della manualità nel mondo abbiamo 132.000 addetti, in Italia 8000, l'avvenire nei brand è nelle mani di questi bravi giovani”.
Belloni ha ricordato tra gli investimenti fiorentini, quello nel Chianti per il nuovo sito produttivo di Celine e quello di Fendi a Bagno a Ripoli dopo l'acquisizione di una fornace dismessa.

 

 

Aziende in Evidenza