Depurazione: l

21/06/2016

Visita al depuratore Aquarno, venerdì scorso, per una delegazione di imprenditori conciari egiziani, nell’ambito di un progetto promosso dalla Camera di Commercio Estero d’Egitto sullo studio della depurazione industriale a Santa Croce. Entro il 2017 dovrebbe essere operativo, nell’area di Robbiki (50 km dal Cairo) il nuovo distretto conciario egiziano, il cui successo potrà essere legato ad un’efficiente sistema di depurazione. «Le delegazioni estere che riceviamo da Paesi dove esistono analoghi distretti conciari-dice il direttore del depuratore Aquarno Nicola Andreanini- restano stupite soprattutto di come, grazie alla depurazione, in questo distretto riusciamo a coniugare al meglio le esigenze dell’industria conciaria, potenzialmente impattante con l’ambiente, con quelle, complessive, del territorio. Si confrontano con noi proprio per capire se analoghe soluzioni si possono esportare anche in altre realtà».


Con i delegati della Camera di Commercio d’Egitto, tra gli imprenditori egiziani in visita all’Aquarno: Ahmed Z. El Gabbas(Egit Leather Tanning), Moustafa Hussien(Ell Gonih Tannery Leather) e Mahmoud Sarg(Sarg). Ad accompagnarli al depuratore, erano presenti Roberto Lupo e Andrea Ciulli, per DeltAcque, azienda leader nella progettazione di impianti di depurazione su scala mondiale, che ha collaborato al sistema di depurazione di Aquarno, e Valter Baldo, per Codyeco, azienda internazionale di servizi e prodotti chimici per il conciario, che hanno partecipato all’organizzazione della visita al depuratore.

 

 

 

Aziende in Evidenza